PensieriGesù non amava la religione. Amava le persone...

30/12/2018 - 22h

"Le parole di Gesù: amatevi l'un l'altro come io ho amato voi, non solo essere luce per noi, ma una fiamma che accende la nostra anima".

Chiunque crede veramente nelle parole di Gesù e ha i suoi valori nel suo cuore sa che non approverà mai i seguenti comportamenti:

Gesù ha chiarito nella sua posizione che dovremmo fare del bene senza vedere chi. Amare il prossimo come se stessi è la più grande sfida dell'umanità. Essere caritatevoli senza aspettarsi nulla in cambio, ma anche reagire in silenzio all'offesa, sono atteggiamenti di anime nobili che capiscono veramente la parola di Gesù.

Gesù ha chiarito che è più importante avere una religione facendo del bene. È inutile inginocchiarsi davanti all'altare se non siamo in grado di rispettare l'altro. Che uso c'è per la preghiera, se nei nostri cuori trattiamo la rabbia contro coloro che detengono altre credenze.

Gesù non sarebbe mai orgoglioso di coloro che feriscono o uccidono in nome della religione. Una maggiore soddisfazione per Dio è vedere una persona fare del bene nel suo nome. Porta amore nel suo nome e più delle parole, agisci nel suo nome.

Gesù, che era il figlio di Dio, con la sua anima divina, non ha mai avuto pregiudizi e non ha giudicato i suoi simili. Perfino con le sue braccia trafisse sulla croce, predicava solo l'amore e mai l'odio. Perdono e mai vendetta. Comprensione e mai rappresaglia.

Quindi, prima di amare la tua religione, ama le persone. Perché se uno è incapace di rispettare gli altri, non è una religione che manca, ma piuttosto l'amore nel cuore.

Se questo articolo ti è piaciuto, lascia un commento e condividilo con i tuoi amici!

Tags
emozionisentimentireligionerispettoamorepersonecosegesù